Recensione Samsung S8 Plus: è il momento di acquistarlo. Non c’è di meglio.

Sono trascorsi due mesi dal lancio di Samsung Galaxy S8 e del suo gemello più grande.

In piena discesa di prezzo, ho deciso fosse arrivato il momento di provare il top gamma coreano e la mia scelta è ricaduta su S8 +.

 

DESIGN

 
Si è già scritto tutto in merito al design innovativo di questo smartphone.
L’intenzione del colosso coreano di realizzare uno smartphone bezel-less risale al 2014.
Con il suo sperimentale Note Edge, Samsung inizia ad inserire un bordo curvo su un lato ,  che raddoppierà  su S6 Edge (2015) , facendo scomparire di fatto le cornici laterali.
Dopo il perfezionamento su S7 (2016) ecco la svolta. Samsung decide di ridurre ai minimi termini le cornici superiori e inferiori. È la volta di S8. Il plus, da me provato in colorazione Orchid Grey, ha un design abbastanza premium, sottile. Lo straordinario lavoro di Samsung ha inglobato un display da 6.2 pollici nel corpo di un odierno 5.5 pollici. I tasti diventano a schermo. Il corpo in vetro ricopre il posteriore dello smartphone nel quale fa capolino, per la prima volta, il sensore biometrico, situato lateralmente alla camera.
L’ottimizzazione degli spazi comporta questo compromesso,  ma la posizione è scomoda. Difficile da raggiungere. Toccherete spesso la fotocamera. A suo favore,  lo sblocco è rapido. Sblocco possibile anche al sensore scanner dell’iride. Alla schiera di confort prendono voce la ricarica wireless, impermeabilità e Jack audio, che di questi tempi è una manna dal cielo.
Lo  smartphone ha una memoria interna di 64 gb, espandibili con microsd e porta USB di tipo C con ricarica rapida. Troviamo Android 7.0 Nougat con personalizzazione Samsung Experience che dona , appunto, un’esperienza fluida grazie al processore Exynos 8895 e 4 GB di RAM. Notevoli passi in avanti rispetto agli anni precedenti quando Touchwiz non faceva rima con fluidità.
Prestazioni ottime che si ripercuotono anche nel gaming.
 
 
Inutile girarci intorno,  comprerete Galaxy S8 Plus, principalmente,  per lo schermo, definito da Samsung “Infinity Display“. E non sarete delusi. Nel nuovissimo formato 18/9, Samsung ha inserito uno schermo stupendo dagli angoli arrotondati: super Amoled Qhd, con bordi leggermente curvi. La diagonale da 6.2 pollici permette di godere un’esperienza unica. Troverete di default la risoluzione Full HD + (2220×1080) , che io consiglio in quanto apprezzerete un’eccellente definizione dei caratteri abbinata a fluidità. Navigare su questo schermo sarà più che un piacere.
 
SCHERMO
 
Presenti svariati settaggi per poter regolare a proprio gusto il punto di bianco, modificabile anche nei bordi. Personalmente , ho limitato il verde e il rosso, cercando di abbassare la saturazione dei colori, irrimediabilmente presente a causa della tecnologia dello schermo.
Presenti le scorciatoie attivabili da uno swype dai bordi laterali.
Una novità di questo S8+ è senz’altro Bixby, l’intelligenza artificiale, progettata per dare filo da torcere a cortana e Siri o Google Assistant, ma che non è  ancora disponibile per noi italiani in modalità assistente vocale. Attivabile con l’apposito tasto sulla sinistra ci mostrerà una specie di Blinkfeed e ci darà  la possibilità  di ricercare informazioni sugli oggetti fotografati. ( Grazie allo zampino di Pinterest).
 
FOTOCAMERA
 
La camera è apparentemente identica ad S712 megapixel, apertura da 1.7, stabilizzazione ottica, autofocus dual pixel. Subisce una leggera rinfrescata nel comparto ottico e nel sensore. Presente l‘HDR automatico che lavora benissimo. Gli scatti sono veramente eccelsi in condizioni diurne , molto dettagliati, senza mai bruciare la foto. Anche con poca luce questo s8+ tira fuori dal cilindro ottime foto, riuscendo bene dove molti falliscono.
Ben definiti i video.
 
 
AUDIO
 
L’audio fuoriesce dallo speaker posizionato in basso al di sotto della sottoilissima cornice. E’ forte e abbastanza pulito. Notevole la possibilità di poter personalizzare l’ascolto in cuffia, adattando le frequenze al nostro udito.
 
 
AUTONOMIA
 
La batteria da 3500 mAH riesce a garantire una giornata di utilizzo intenso, raggiungendo quasi sempre le 6 ore di schermo. Non male. Anche se, aumentando lo spessore ci sarebbe stato il posto per una batteria più capiente (4000 mAH?)
 
CONCLUSIONI
 
 Ho volutamente scelto il Plus rispetto al fratello minore per via della batteria e dello schermo più grande. Credo che Samsung abbia fatto un lavoro eccezionale, dando vita ad un telefono con moltissimi pregi. Tra i difetti annovero il prezzo di listino di 929 €, decisamente esagerato.
Sono passati due mesi dalla presentazione. Adesso è possibile trovare S8 Plus a poco meno di 700 €. A questo prezzo, o  quando si assesterà sui 600 € , è un acquisto consigliatissimo per chi cerca ottime foto, buona autonomia, design da urlo e schermo grande.
Senza dimenticare l’impermeabilità che , con l’estate alle porte, è un “plus” non da poco.
 
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *